2 aprile 2020Temi: , , Anpas Emilia-Romagna: oltre 100mila ore di attività da inizio emergenza

nn“Nessuno si salva da solo. Ha ragione Papa Francesco. Quante ambulanze che suonano in questi giorni: sono i nostri volontari che, insieme, in queste settimane hanno lavorato senza tregua e che vogliamo ancora una volta ringraziare. Quasi 100mila ore di attività dall’inizio dell’emergenza svolte dalle 10 pubbliche assistenze Anpas della Provincia di Reggio Emilia, più di mille consegne tra spese e medicinali, oltre 300 persone impegnate ogni giorno, 50 ambulanze. Eppure nemmeno noi possiamo salvarci da soli”.

Ad affermarlo è Iacopo Fiorentini, Vice Presidente Regionale ANPAS e Presidente della Croce Verde di Castelnovo ne’ Monti, che prosegue “noi che abbiamo sempre la sirena accesa, che siamo nascosti dietro alle mascherine, ogni volta ci commuoviamo per le donazioni e i regali che arrivano dai cittadini. Fondi, ma anche un pacco di guanti, una torta, la cena. Piccoli grandi gesti di umanità che ci riempiono il cuore e ci danno la forza per un nuovo servizio.

Certo persistono problemi importanti, primo tra tutti quello dei DPI, ma insieme stiamo provando a dare il massimo, con l’obiettivo di non lasciare nessuno indietro, perché essere un’associazione di volontariato di pubblica assistenza significa fare “qualcosa”, al fianco di ‘qualcuno’, in modo ‘pubblico’”.

“Sono momenti difficili per tutti – prosegue Fiorentini – per Voi che dovete stare chiusi in casa, per evitare l’aumento del contagio, e per molti di noi, che pur consapevoli del rischio che corriamo soprattutto la paura di portare questa terribile infezione ai nostri cari, cerchiamo di essere presenti con il servizio in ambulanza.

Dopo molte settimane di attività oggi possiamo guardare avanti con un piccolo spiraglio di luce, questa settimana tocchiamo con mano il calare del numero di emergenze nel nostro territorio, e siamo tutti in trepida attesa di capire se questi numeri nella prossima settimana saranno confermati”.

“Voglio ringraziare personalmente e di cuore – conclude Iacopo Fiorentini – i Presidenti delle Pubbliche Assistenze, i loro Volontari e Collaboratori per l’importante risposta che stanno dando ogni giorno a questa emergenza. Lo spirito che stanno dimostrando è quello vero delle Pubbliche Assistenze. Non possiamo certo dire che sia tutto finito, né che la soluzione sia vicina, però nelle prossime settimane non possiamo mollare. Tutti insieme, ognuno come può, anche solo rimanendo in casa”.

FacebookTwitterGoogle+