27 marzo 2020Temi: , , L’impegno dello sportello mobile nei quartieri di edilizia residenziale

Acer Reggio Emilia, grazie alla collaborazione con Consorzio sociale Care Expert, ha attivato una postazione mobile attrezzata nei principali quartieri di edilizia residenziale pubblica per aiutare gratuitamente le persone che, a causa delle limitazioni imposte dai provvedimenti per l’emergenza Covid-19, si trovano in difficoltà a svolgere le piccole attività quotidiane.

Dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 12.30, lo sportello mobile “Welfare on the road” sarà a rotazione in dieci quartieri della città: via Monte San Michele (lunedì 30 marzo), via Galeotti a Sesso (martedì 31 marzo), Rosta Nuova (mercoledì 1 aprile), Gardenia (giovedì 2 aprile), Pieve Modolena (venerdì 3 aprile), Foscato (lunedì 6 aprile), Villaggio Stranieri (martedì 7 aprile), Compagnoni (mercoledì 8 aprile), Don Pasquino Borghi (giovedì 9 aprile), Mascagni (venerdì 9 aprile).

Presso la postazione mobile, i cittadini possono prenotare spesa alimentare e farmaci che saranno consegnati la mattina seguente direttamente a casa loro. La postazione è attrezzata anche per effettuare il pagamento di bollette e utenze.

Il personale è munito di tesserino di riconoscimento e dispositivi di protezione idonei per la tutela della salute e della sicurezza e distribuiscono materiali informativi relativi ai comportamenti da tenere per arginare la diffusione del Coronavirus.

Dal 23 marzo è attivo anche il numero 337.1318883, al quale i cittadini, dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 17, possono rivolgersi per richiedere i servizi gratuiti elencati. Gli operatori sono a disposizione per fornire inoltre assistenza e supporto e alleviare il senso di solitudine e di isolamento causato dai provvedimenti in atto.

Marco Corradi 1okAd oggi sono state circa una cinquantina le richieste di servizi soddisfatte, tra coloro che si sono rivolti direttamente allo sportello mobile e quelli che invece hanno preferito telefonare per prenotare i servizi.

“Acer Reggio Emilia, nonostante le difficoltà, continua a prestare i propri servizi agli utenti e a raccogliere le segnalazioni ai consueti numeri di telefono aziendali, ma si è attivata anche nei quartieri per rispondere ai bisogni dei cittadini che in questo periodo potranno avvalersi del sostegno concreto e gratuito di operatori e professionisti messi a disposizione direttamente sotto casa” ha commentato il presidente di Acer Reggio Emilia, Marco Corradi.

FacebookTwitterGoogle+