20 settembre 2019Temi: , , Una mostra per celebrare i 25 anni di A.V.D. (Volontari Assistenza Domiciliare)

Una mostra pittorica per il quarto di secolo di A.V.D. (Associazione Volontari assistenza Domiciliare), una delle principali realtà solidali reggiane, nata nella primavera del 1994.

Sabato 12 ottobre, alle 16 al Padiglione Lombroso in via Amendola 2 a Reggio Emilia, negli spazi vicini al Museo sulla Storia della Psichiatria, verrà inaugurata “Strada facendo”, una mostra dedicata ai 25 anni di attività di A.V.D. realizzata dall’associazione con il sostegno del Comune di Reggio Emilia.

Il taglio del nastro di “Strada Facendo” è in programma alle 16, alla presenza delle autorità locali. Ci sarà anche un piccolo rinfresco per i presenti. L’esposizione sarà poi visitabile fino al 27 ottobre nei fine settimana, al sabato dalle 15 alle 18 e alla domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18.

Ci saranno poi due laboratori pittorici e narrativi pensati per i bambini. Sabato 19 ottobre alle 16.30 tocca a “Arriva Matilde”: Federica Soncini, autrice di diversi libri per bambini sulla storia di Matilde di Canossa arriverà in costume e narrerà la storia della Grancontessa. Sabato 26 ottobre invece le volontarie ed esperte di pittura Anna Bertani e Giovanna Bulgarelli organizzeranno un laboratorio pittorico per i bambini.

Le tele raccolte sono state realizzate negli anni da artisti di fama così come da volontari e amici di A.V.D. e rappresentano un bel caleidoscopio del mondo entrato in contatto con l’associazione: è una raccolta di “testimonianze delle persone incontrate che hanno impreziosito il nostro animo grazie a relazioni profonde e molto significative ma anche opere d’arte di artisti che abbiamo incontrato ed assistito e di volontari”, spiegano i volontari. “La Storia di A.V.D. è molto lunga e abbiamo voluto creare un’occasione per narrarla alla cittadinanza in quanto tutta la nostra opera è rivolta alla cittadinanza”.

L’evento artistico sarà anche l’occasione per fare il punto su un racconto di vita, speranza e dignità, il racconto di un sogno che è divenuto un grande progetto di cura, cresciuto nella comunità e fatto per la comunità. “Questi 25 anni rappresentano anche un momento di consapevolezza di quanto siamo cresciuti nella capacità di ascolto, accoglienza e risposta ai bisogni del territorio, nella capacità di metterci in rete con i servizi sanitari e sociali pubblici e questa crescita non si può e non si deve fermare”, continuano i volontari.

Molti ricordi sono affidati alla presidente dell’associazione, Giovanna Bacchini Saccani, presente sin dal primo giorno assieme al marito Denis Saccani, medico di Medicina Generale a Castelnovo di Sotto. ““Ricordo perfettamente l’entusiasmo che traspariva dai racconti di mio marito al suo rientro dopo aver frequentato il primo corso Italiano di Cure Palliative organizzato dalla Scuola di Medicina Palliativa, un entusiasmo che mi ha coinvolta profondamente”, racconta. Era il lontano 1989 quando nacque l’interesse del dottor Saccani per le Cure Palliative; nel giro di pochi anni il medico promosse la nascita dell’associazione nel marzo 1994, per fornire assistenza a domicilio alle persone affette da malattie inguaribili in fase avanzata in tutto il distretto di Reggio Emilia e comuni limitrofi.

“Da lì partono le nostre radici che traggono linfa dai valori più autentici dell’umano sentire nei confronti dei nostri simili, di persone sconosciute che chiedono la nostra presenza e diventano subito parte della nostra ormai molto grande famiglia”.

Per informazioni visitare il sito www.avdreggioemilia.org, telefonare al numero 3296458501 o inviare una mail a avd-re@libero.it.

Scarica qui la locandina.

FacebookTwitterGoogle+