Ogni giorni mi rendo conto che questa esperienza all’estero va oltre il semplice lavoro in terra straniera. Penso che attraverso il Servizio Volontario Europeo si possa acquisire un’elasticità mentale tale da permetterci di rispondere ed adattarci in modo positivo e costruttivo a qualsiasi situazione ci si presenti.Sonia, volontaria Europea in Austria

b
Il nodo credo sia proprio questo: prendersi un periodo per sè, in cui proporre ciò che può contribuire al nostro e all’altrui benessere.. paroloni, che però qui sento reali.Silvia, volontaria Europea in Irlanda

 

Se sei un volontario, uno studente, un professionista nel sociale, un cittadino interessato a capire quali opportunità di formazione e volontariato all’estero offre l’Unione Europea e come DarVoce può aiutarti, ti invitiamo a visionare la sezione MUOVERSI di questo sito o a contattare Andrea Poluzzi dello Europe Direct di Reggio Emilia