19 novembre 2018Temi: , , 20 anni di attività per il Gruppo Volontari di protezione civile Città del Tricolore

Il Gruppo Volontari di protezione civile Città del Tricolore di Reggio festeggia i vent’anni di attività e guarda al futuro. Martedì 6 novembre nella accogliente sede della parrocchia di Bagno si è tenuta l’assemblea dei soci del gruppo reggiano: un momento importante, in cui i volontari associati sono stati chiamati ad esprimersi sul nuovo statuto, dopo le modifiche rese necessarie dalla riforma del terzo settore. Il nuovo statuto è stato approvato all’unanimità dagli oltre sessanta presenti, e ora è conforme a quanto richiesto dalla riforma del mondo del terzo settore, in attesa di altri eventuali sviluppi da valutare. Nei prossimi giorni, verrà effettuata la registrazione ufficiale del documento.

L’assemblea è stata anche un’occasione per ritrovarsi e per ricordare il lavoro svolto in questi vent’anni, così da festeggiare anche l’importante anniversario con la consegna di una pergamena apposita.

Il luogo scelto non è casuale, perché proprio alla parrocchia di Bagno è nato formalmente il gruppo, il 10 settembre 1998. Lo zoccolo duro dei fondatori era formato da residenti della zona, e due hanno partecipato alla sera, doverosamente omaggiati. Sono Angelo Borciani e Flavio Cattini, due delle otto persone che diedero formalmente il via all’associazione.

La scintilla era accesa dall’ottobre 1996, il periodo del terremoto di Bagnolo. Una calamità che spinse i futuri fondatori a pensare ad un modo per dare una mano in caso di difficoltà ed eventi improvvisi. Dopo un periodo di raccolta informazioni, la decisione di creare il Gruppo Volontari di protezione civile Città del Tricolore. Da allora la realtà cittadina è cresciuta molto, si è sviluppata man mano contribuendo ai soccorsi durante le principali emergenze nazionali, dalla Lunigiana ai terremoti dell’Umbria e de L’Aquila, per arrivare ai giorni nostri, all’Emilia del 2012 e al Lazio. O alla recentissima crisi del Bellunese: il gruppo è sempre pronto a partire.

Un cammino segnato da tanti volti, fra cui alcuni oggi non più presenti. Durante l’assemblea sono stati ricordati due storici volontari come Ivano Marmiroli e Ferruccio Scolari, fra i protagonisti della protezione civile provinciale. A chiudere, l’immancabile e gustosissima cena in compagnia.

Ad ascoltare c’erano gran parte dei volontari associati. Una bella conferma ed una conferma per il lavoro fatto dal direttivo, impegnato sia nella gestione della quotidianità che delle emergenze, ma anche nel coinvolgimento attivo di tutti i volontari.

Per conoscere meglio l’associazione, è possibile visitare il sito www.protezionecivilereggioemilia.it e la pagina Facebook “Gruppo Volontari Protezione Civile Città del Tricolore Reggio Emilia”.

FacebookTwitterGoogle+