29 ottobre 2019Temi: , , All Inclusive Sport cresce e lancia la campagna “Gioco anch’io” per finanziare l’attività

Sta vivendo una fase di ampliamento notevole il progetto All Inclusive Sport, il percorso per l’inclusione di giovani diversamente abili nell’attività sportiva. Coordinato dal centro di servizio per il volontariato DarVoce, dal 2016 ad oggi ha coinvolto decine di famiglie e di società sportive dell’intera provincia, scuole, enti pubblici, la Medicina dello Sport, partner privati e oltre un centinaio di tutor, ragazze e ragazzi che si sono formati come istruttori di attività sportiva inclusiva.

L’annata sportiva appena iniziata ha visto un ulteriore notevole salto verso l’alto, con il raddoppio degli atleti da inserire nelle società sportive. Un bellissimo segnale, una conferma della bontà del lavoro svolto e del crescente interesse su questi temi. Dai 64 atleti inseriti nel 2018-19 si è passati ai 136 del 2019-20, con un aumento molto sensibile per il Comune di Reggio Emilia, che da 24 giovani inserimenti passa a 52.

Una simile crescita richiede inevitabilmente anche un aumento delle risorse necessarie a portare avanti il lavoro, piuttosto complesso, che prevede un coordinamento delle attività, della gestione della struttura e dei tutor, la formazione di nuovi aspiranti tutor che affianchino i ragazzi diversamente abili e la realizzazione di eventi.

Per raccogliere nuove risorse, con cui continuare il lavoro avviato e garantire tutti gli inserimenti, All Inclusive Sport lancia “Gioco anch’io”, una staffetta solidale, affidata a tre testimonial, Tobia, Arianna e Christian, tre atleti di All Inclusive Sport che racconteranno la loro esperienza inclusiva all’interno di società sportive delle loro zone. La campagna sarà attiva sull’intero territorio provinciale e avrà come base il sito www.allinclusivesport.it, dove si troveranno tutti i riferimenti per donare ed aiutare il progetto.

In questo modo si potranno sostenere così tanti giovani e tante famiglie. I numeri lo spiegano meglio di altro:

Gli inserimenti di atleti sono passati dai 23 del 2016-17 ai 33 del 2017-18, per crescere ulteriormente a 64 nel 2018-19. Ora, il grande salto sino a quota 136. Con queste cifre, si può calcolare che oltre 2.000 atleti praticano sport ogni settimana avendo nel gruppo un compagno con disabilità. Nel suo cammino, All Inclusive Sport ha dialogato e continua a dialogare con 103 società sportive della provincia di Reggio Emilia; 120 aspiranti tutor sono stati formati in 3 anni attraverso il corso di formazione per “Istruttori di Attività Sportiva Inclusiva”, ottenendo pure nuove competenze professionali. Infine, gli eventi: fra il 2018 e il 2019, oltre 1.500 persone hanno partecipato ad eventi di sensibilizzazione sul tema dell’inclusione sportiva.

FacebookTwitterGoogle+