24 ottobre 2019 Arci, al via la nuova campagna di tesseramento

137 circoli per oltre 44mila e 200 soci. Arci, Associazione Ricreativa e Culturale Italiana, la più grande associazione del paese, forte di queste cifre che riassumono 60 anni di presenza sul territorio, dà il via alla campagna di tesseramento per il 2020.

La campagna di tesseramento di nuove iscrizioni e di rinnovo – iniziata nel mese di ottobre – è tradizionalmente un fatto fondamentale nella vita del circolo che va dritta al cuore dell’azione di Arci. L’associazione organizza momenti di socialità e cultura, si batte per i diritti di tutti, contro le discriminazioni, offre solidarietà e sostegno ai più svantaggiati, promuove la pace e la collaborazione tra i popoli.
Proprio in questi giorni l’Arci di Reggio, sottolineando l’assoluta urgenza di porre fine al conflitto turco-curdo, ha aderito alla campagna di raccolta fondi “Dalla parte dei Curdi” lanciata dall’Arci nazionale a sostegno di una popolazione che sta vivendo un momento drammatico. I contributi ricevuti attraverso la piattaforma di crowdfunding Produzioni dal Basso saranno impiegati per l’allestimento di campi profughi e ospedali da campo.

Insieme, per passione

È la matita di ElleKappa che firma l’immagine della nuova tessera 2019-2020. Oltre al disegno, la vignettista satirica ha ideato anche lo slogan “Insieme, per passione” che rappresenta perfettamente il senso di questa grande comunità, a Reggio Emilia animata da circa 1300 volontari di tutte le età. Dall’impegno in difesa dei valori costituzionali fino alla musica dal vivo e il cinema, i volontari di Arci producono ogni giorno decine di iniziative ma alla base di tutto ci sono la passione e la volontà di costruire una società migliore e più inclusiva.

Ellekappa, al secolo Laura Pellegrini, è protagonista del giornalismo italiano da molti anni: ha disegnato per Linus, Tango, Cuore, Il Manifesto, L’Unità, Smemoranda, Corriere della Sera. È autrice tutti i giorni su La Repubblica di una rubrica sull’attualità.

La riforma del Terzo settore

Con il Decreto Legge 117/17, il Terzo settore – in particolare le organizzazioni di volontariato e le associazioni di promozione sociale – è chiamato ad assolvere nuovi obblighi e nuove sfide. In tal senso l’Arci di Reggio è a disposizione dei soggetti associativi e dei cittadini per dare informazioni e tutoraggio e per queste attività:

  • Servizi a tutela delle associazioni
  • Servizi per i nuovi obblighi del Terzo settore
  • Tutela dei volontari e dei dirigenti associativi
  • Co-progettazione di attività culturali, ricreative e sociali

Un anno con l’Arci

Nel corso dell’ultimo anno l’Arci di Reggio Emilia ha costruito e progettato decine di iniziative. Accanto alle centinaia di eventi musicali dei circoli di tutta la provincia, il comitato provinciale nella stagione 2018-2019 ha organizzato 10 concerti di grandi artisti nazionali come Daniele Silvestri, Vasco Brondi e Le Luci della Centrale Elettrica, Mario Biondi, Ermal Meta, Elisa, Max Gazzè, Malika Ayane e Murubutu. Inoltre Arci nell’ultimo anno ha curato 232 proiezioni cinematografiche, di cui diverse alla presenza dei registi.

Un capitolo importante non solo numericamente è certamente quello rappresentato dalle rassegne culturali. Come Autori in prestito, realizzata in collaborazione con 22 comuni della provincia, che da 9 anni porta scrittori e artisti nelle biblioteche della provincia. Lo scorso anno sono stati ben 34 gli appuntamenti con gli autori che hanno consigliato al pubblico libri, musica e film. Tra le rassegne vanno menzionati anche i Bibliodays con una decina di eventi e i tre appuntamenti con Reggio 2029 – Giovani conversazioni sul futuro.

Cinema, concerti, incontri ma anche 30 spettacoli di comici e cabarettisti. Nelle piazze, nei centri sociali, nei circoli e nei teatri. A proposito di teatro, Arci si occupa da diversi anni della programmazione artistica e del coordinamento dell’Altro Teatro di Cadelbosco e del Metropolis di Bibbiano, che insieme contano 80 aperture di sipario all’anno. Spettacoli davvero per tutti, dalla commedia dialettale al teatro contemporaneo più ricercato.

E poi le tantissime rassegne e iniziative del mondo Arci. Per citarne alcune: Metti una sera a cena con… (Le Ciminiere), Garten (Idee di gomma), Giornate della laicità (Iniziativa laica), Gustose letture (Circolo Manzoni), Picnic Festival (Circolo Picnic), Mostra mercato del fumetto (Anafi), le mostre e iniziative di ReFoto, Daolio Academy a Novellara, Montecchio Unplugged, Collateral (Arci regionale), History camp (con Arci Modena e Arci Bologna), Estate Folk a Bibbiano, gli incontri della Lup, Suoni dai balconi e Baracca e burattini.
Infine al settore della formazione l’associazione reggiana guarda sempre con maggiore interesse. Infatti accanto al Cepam, la scuola di musica presente in 11 sedi della provincia, Arci propone percorsi formativi per tutte le età: lingue, fotografia, disegno e fumetto, teatro, videostorytelling, musica e molto altro che nel 2018-2019. I numeri in questo caso parlano di un totale di 2500 iscritti a 160 corsi.

Le prossime iniziative
Leggera
Francesco Renga
(19 dicembre), Pfm (20 dicembre) e Fiorella Mannoia (21 dicembre). Tre pezzi da novanta arrivano nel mese di dicembre per Leggera al Teatro Valli. Questi i concerti che chiuderanno la stagione 2019 della kermesse dedicata alla grande musica italiana. Tre tour che portano a Reggio Emilia il sapore del festival con alcuni degli artisti più apprezzati della scena musicale nazionale. (www.arcire.it)

Autori in prestito
Dal 26 ottobre al 19 dicembre ritorna Autori in prestito. La rassegna curata all’interno del progetto Mappe Narranti dallo scrittore Paolo Nori e realizzata da Arci Reggio Emilia quest’anno propone 24 autori in 20 biblioteche della provincia. In particolare saranno scrittori, attori, musicisti, artisti visivi, giornalisti e anche un importante allenatore di volley, a raccontare i libri, le musiche, i quadri e gli spettacoli teatrali, i film, e quindi le opere, che li hanno convinti a fare il mestiere che fanno. Per circa tre mesi nelle biblioteche della provincia di Reggio non saranno i libri, i dischi o i film a essere presi in prestito, ma i consigli di Alessandro Bergonzoni, Julio Velasco, Luca Bizzarri, Max Collini, Dario Vergassola, Matteo Codignola e Vivian Lamarque citando i nomi di alcuni dei 24 bibliotecari sui generis coinvolti nella nona edizione del progetto. (http://www.autorinprestito.it)

L’Altro Teatro
Federico Rampini
(15 novembre), Bobby Solo (24 gennaio), Alessandro Bergonzoni (8 febbraio) e Giobbe Covatta (12 marzo), sono alcuni dei protagonisti della stagione teatrale 2019/2020 a L’Altro Teatro di Cadelbosco di Sopra. (www.laltroteatro.com)

L’Arci-cultura
È l’epoca delle relazioni tra generazioni, del volontariato, del no-profit, della condivisione. La cultura che Arci costruisce in questi anni parte da questi presupposti per dare visibilità al processo ideativo e progettuale: dal concetto al progetto fino all’oggetto, tenendo in evidenza aspetti come la memoria, l’identità e le proiezioni sul futuro.
Arci intende creare le condizioni per realizzare un vero e proprio “habitat culturale e creativo” della città, composto da pubblico, privati e utenza, per  contribuire a una esperienza di crescita di individui e comunità.“Creatività”, soprattutto quella giovanile, da sempre è una delle parole chiave del lavoro di Arci, che oggi sottolinea l’importanza di costruire momenti di visibilità, ma anche e soprattutto di confronto e formazione dove si coltivi il “saper fare”.
Procedere attraverso un’impostazione co-progettuale, sia dal punto vista dei contenuti sia delle economie e delle competenze, è il primo obiettivo dell’associazione. In questa visione l’associazione è partner delle amministrazioni pubbliche e, a seconda dei progetti, dei professionisti della cultura.

FacebookTwitterGoogle+