13 settembre 2019Temi: artecipa con la tua Associazione al progetto ministeriale #ASOC!

Parte il progetto ministeriale “A Scuola di OpenCoesione”, rivolto alle realtà solidali che  che svolgono attività didattiche nelle scuole superiori di secondo grado.
 
COS’È “A SCUOLA DI OPENCOESIONE”
A Scuola di OpenCoesione è un’iniziativa di didattica interdisciplinare che giunge quest’anno alla settima edizione, rivolta a studenti e docenti di istituti secondari di secondo grado di ogni indirizzo che consente, a partire dall’analisi di informazioni e dati aperti sugli interventi finanziati dalle risorse delle politiche di coesione (disponibili sul portale governativo “OpenCoesione” www.opencoesione.gov.it), di partecipare attivamente alla verifica e alla discussione sull’efficacia dei fondi pubblici spesi sul proprio territorio.
Il progetto nasce in accordo con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) nell’ambito dell’iniziativa di open government sulle politiche di coesione “OpenCoesione”, coordinata dal Dipartimento per le Politiche di Coesione presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Per l’anno scolastico 2019/2020 è già online il bando MIUR, e i docenti potranno presentare la candidatura delle proprie classi entro il 21 ottobre 2019.
 
PERCHÉ PARTECIPARE AL PROGETTO COME ASSOCIAZIONE?
Gli studenti sono chiamati a costruire ricerche di monitoraggio civico a partire dai dati e dalle informazioni disponibili, comunicandone i risultati e sensibilizzando e coinvolgendo attivamente la cittadinanza.  L’obiettivo è approfondire le caratteristiche socio-economiche, ambientali e/o culturali del proprio territorio a partire da uno o più interventi finanziati dalle politiche di coesione su un tema di interesse, verificando quindi come le politiche stesse intervengono per migliorare il contesto locale. Il percorso didattico prevede lezioni in classe, visite di monitoraggio civico e il coinvolgimento della comunità territoriale.
Gli studenti sviluppano così competenze in educazione civica, comunicazione, statistica e giornalismo, lettura e comprensione di documenti amministrativi (bandi e gare di appalto) e altre competenze trasversali quali sviluppo di senso critico, lavoro di gruppo e abilità interpersonali e comunicative, praticando un percorso di cittadinanza attiva e digitale. I più attivi riescono anche a realizzare campagne di informazione e sensibilizzazione, partecipare alle attività e alle discussioni delle amministrazioni locali, organizzare petizioni e continuare il percorso di monitoraggio anche dopo la conclusione dell’anno scolastico. Per realizzare tutto questo, le scuole che partecipano al percorso di A Scuola di OpenCoesione sono affiancate a livello nazionale dallo staff di progetto di cui faccio parte, mentre a livello territoriale possono contare sulla rete dei Centri di Informazione Europe Direct (Edic), la rete dei referenti Istat e la rete delle Organizzazioni e Associazioni “Amici di ASOC”.
Gli Amici di ASOC sono quindi Organizzazioni e Associazioni volontarie che hanno competenze sui temi della cittadinanza attiva, della cittadinanza europea, del monitoraggio civico, della cultura e informazione digitale, o che, più in generale, sono attive sui propri territori negli ambiti in cui intervengono le politiche di coesione: tutela dei beni culturali, storici e paesaggistici, turismo, diritti, inclusione sociale, ambiente, formazione ed educazione, trasparenza, mobilità, legalità, sviluppo locale e urbano. Le Organizzazioni/Associazioni “Amici di ASOC” diventano “supporter” e tutor coadiuvando i team di studenti nella progettazione della ricerca, nella raccolta di dati e informazioni online e sul territorio, di contatti – istituzionali e non – utili al lavoro di monitoraggio, nell’organizzazione di eventi locali, di campagne di sensibilizzazione e advocacy, di lezioni di approfondimento in classe su temi inerenti la ricerca di monitoraggio, nella predisposizione di contenuti e nella comunicazione dei risultati della ricerca. Inoltre possono essere loro stesse a proporre a scuole del proprio territorio di candidarsi al percorso ASOC insieme, scegliendo un’opera /un intervento pubblico dal portale OpenCoesione che sta loro particolarmente a cuore o su cui hanno già attivi progetti, fermo restando che la scelta ultima del progetto da monitorare spetta ai ragazzi.
Purtroppo ancora per quest’anno il contributo che si chiede agli Amici di ASOC è a titolo gratuito, per cui un’associazione decide in libertà, concordando con le scuole, il contributo che può apportare. Nel frattempo abbiamo lavorato a una serie di proposte volte a valorizzare il lavoro delle associazioni partecipanti tramite meccanismi di premialità e incentivi di vario tipo, dedicati a quelle Associazioni che supportano team giunti primi in classifica nelle valutazioni finali, tra cui la partecipazione gratuita ai quattro giorni della Scuola Nazionale Com.mon per Comunità Monitoranti di Libera e Gruppo Abele (https://www.gruppoabele.org/event/scuola-common-2019/), o la predisposizione di lettere di referenze, o la possibilità di richiedere patrocini Miur e Mibac con iter facilitato. Inoltre quest’anno sperimenteremo l’avvio di percorsi di formazione online (webinar formativi a distanza) ed eventi territoriali e nazionali gratuiti più specificamente dedicati alle Associazioni partecipanti.
 
ASOC NELLA VOSTRA REGIONE
Cliccando sul seguente link potete consultare i progetti di monitoraggio civico che i vari team delle scuole partecipanti della vostra Regione hanno scelto di intraprendere per l’anno scolastico appena trascorso
http://www.ascuoladiopencoesione.it/asoc/1819/.
Mentre a questo link sono disponibili i progetti dell’anno scolastico 2017-2018: http://www.ascuoladiopencoesione.it/asoc/1718/
 
L’ELENCO NAZIONALE DEGLI AMICI DI ASOC 
Qui potete scaricare l’elenco nazionale, in aggiornamento, delle Organizzazioni già presenti nella rete “Amici di Asoc”: http://www.ascuoladiopencoesione.it/reti-territoriali/
In allegato trovate la lettera di promozione della nuova edizione ASOC1920, che se volete potete diffondere alle vostre reti e soprattutto scuole e docenti sensibili al tema affinché aderiscano al progetto con le loro classi, e anche un Vademecum di progetto, dove troverete tutte le informazioni che vi possono servire per capire come funziona il progetto ASOC e il contributo che gli attivisti e le Associazioni volontarie possono dare (tabella pagina 6).
FacebookTwitterGoogle+