7 ottobre 2019Temi: , , Bella gita fuori porta con “Sorridi.A.M.O. alla vita”

Bella domenica fuori porta per l’associazione AMO – Associazione Malati Oncologici “Sorridi.A.M.O. alla vita”, che domenica 29 settembre ha organizzato una gita fuori porta a Grazzano Visconti e al castello di Rivalta, nel territorio di Piacenza riservata a persone con problemi di salute.

“Questa uscita è stata offerta dalla nostra associazione ai pazienti del reparto emodialisi dell’ospedale di Montecchio Emilia. Abbiamo pensato che poteva essere un momento di gioia e convivialità per queste persone che devono convivere con queste pesanti terapie, sono pochi per loro i momenti in cui possono evadere dalla loro quotidianità, ed è per questo che abbiamo organizzato questa giornata di domenica, è l’unico giorno in cui non vengono effettuate le terapie, il luogo che abbiamo prescelto è stato abbastanza vicino per non affaticarli troppo”, raccontano.

Come è andata? “La partecipazione è stata notevole, abbiamo avuto anche il supporto degli infermieri del reparto che hanno voluto partecipare sacrificando la loro unica giornata di riposo, assieme ai nostri volontari abbiamo formato un bel gruppo. Siamo partiti da S.Ilario e già sul pullman c’era un grande entusiasmo, la prima tappa è stata a Grazzano Visconti, dove abbiamo fatto una passeggiata , con caffè e chiacchiere rilassanti.

Poi siamo andati in ottimo ristorante, i pazienti hanno avuto il permesso dagli infermieri di mangiare ciò che volevano e ne hanno veramente approfittato! Ogni tanto qualcuno di loro si alzava per proporre un brindisi in onore della nostra associazione, è capitato raramente di vedere tanta allegria!”.

Nel pomeriggio, era in programma la visita al bellissimo castello di Rivalta: “nonostante alcuni fossero un pochino stanchi non hanno voluto rinunciare, durante la quale hanno potuto vedere anche i reali di Olanda che erano ospiti al castello! Come in ogni castello che si rispetti la guida ci ha raccontato della presenza di un fantasma. Nel tardo pomeriggio siamo ritornati e anche il ritorno è stato molto allegro, ci hanno subito chiesto quando faremo la prossima uscita, la felicità di queste persone è veramente indescrivibile e ci ha ripagato ampiamente dei piccoli sacrifici che facciamo per loro”.

FacebookTwitterGoogle+