29 aprile 2019Temi: , , Cena di beneficenza a sostegno del progetto “Il Passatempo”

Venerdì 17 maggio al Salone delle Feste di Montecavolo si terrà una cena di beneficenza a sostegno del progetto Il Passatempo. L’appuntamento è alle 20.30 al salone ricavato nell’ex bocciodromo del paese, usando l’ingresso di via Nenni.

Il menù prevede aperitivo di benvenuto, gramigna salsiccia e panna, lonza arrosto con patate al forno, torte miste, acqua, vino e caffè.

Il costo è di 20 euro a persona. Le prenotazione vanno effettuate entro martedì 14 maggio chiamando Emilio al 335 5299125. Al momento della chiamata, vanno segnalate eventuali necessità di diete speciali.

L’evento è organizzato da cinque associazioni molto attive nelle Colline Matildiche e che insieme, ogni settimana, realizzano il progetto Il PassaTempo: la Banca del Tempo di Quattro Castella, AIMA (Associazione Italiana Malattia Alzheimer) Reggio Emilia, Auser, Arte in Orto e il Centro Sociale i Boschi di Puianello. Con loro, per questa iniziativa, anche il Centro sociale di Montecavolo, sede della cena.

Perché sostenere Il PassaTempo

Il progetto Il PassaTempo è nato nel 2019 da una collaborazione tra AIMA, Auser, Arte in Orto, la Banca del Tempo di Quattro Castella e il Centro Sociale i Boschi di Puianello, grazie ad un finanziamento del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.
Il finanziamento iniziale coprirà le attività fino ad ottobre, ma è intenzione dei promotori proseguire con il progetto, realizzando attività e laboratori gratuiti per adulti, dove tutti possono coltivare i propri passatempi e scoprirne dei nuovi in compagnia.
Gli incontri si svolgono ogni mercoledì dalle 15 alle 18 al Centro Sociale “I Boschi” di Puianello e, una volta al mese, le attività si spostano all’aperto nel meraviglioso giardino del Castelletto di Villa Arnò. In collaborazione con personale qualificato (ad es., Polizia Municipale e Vigili del Fuoco), vengono organizzati anche momenti informativi aperti a tutta la cittadinanza sul benessere, sui corretti stili di vita e sulla sicurezza.
FacebookTwitterGoogle+