5 ottobre 2016Temi: , Corso base di addestramento per i cani da soccorso

I volontari di AiutappenninUn corso base di obbedienza, tenuto da un istruttore abilitato, rivolto a tutti coloro che vogliono migliorare la relazione con il proprio cane, attraverso l’applicazione del “metodo gentile e del rinforzo positivo”. Organizzato dall’associazione Aiutappennin, che prenderà il via sabato 8 ottobre, dalle 15 alle 17, presso il campo di addestramento in viale Bismantova (zona piazzola elisoccorso).

Otto incontri della durata di due ore, completati da tre lezioni teoriche, durante i quali la dottoressa Loretta Boni, istruttore cinofilo riconosciuto con master di II livello conseguito presso l’Università di Pisa, insegnerà come instaurare un corretto rapporto con gli amici a quattro zampe attraverso alcune nozioni di base, come la passeggiata al guinzaglio, il richiamo, i comandi di base (seduto, a terra, resta) e il richiamo in emergenza.

Gli incontri saranno arricchiti da divertenti lezioni di mobility dog e di socializzazione inter e intraspecifica (tra gli animali e con le altre specie, tra cui l’uomo) volti ad accrescere la facoltà di apprendimento e la flessibilità cognitiva del nostro cane, aiutandolo a rilassarsi e ad eliminare lo stress.

Dott.ssa Boni durante il corsoAl corso sono ammessi cani di tutte le età, dal terzo mese di vita, purché in regola con l’iscrizione all’anagrafe canina, fino ad un massimo di 15 partecipanti.

La quota di partecipazione, di 100 euro, così come tutte le offerte fatte all’Associazione Aiutappennin, saranno utilizzate per il supporto dei cani randagi della montagna.

Per informazioni ed iscrizioni: Simonetta 366 727 7747 e www.aiutappennin.orgSCARICA QUI LA LOCANDINA

Aiutappennin

Aiutappennin è un’associazione onlus di volontariato e protezione civile nata nel 2000 a Castelnovo ne’ Monti (RE) come ente a presidio dell’uomo e del mondo animale, con lo scopo sociale di impiegare il cane in attività di utilità pubblica. Addestra i propri cani per la ricerca ed il soccorso delle persone disperse o in difficoltà, affianca i proprietari che hanno difficoltà nella gestione dei propri cani, collabora con i centri diurni promuovendo e organizzando incontri periodici diretti alla familiarizzazione dei disabili e degli anziani con i cani del gruppo, recupera per conto di dieci Comuni dell’Unione dei Comuni Montani dell’ Appennino Reggiano i cani vaganti, trasportandoli nei canili convenzionati, promuovendone le adozioni e sostenendone il benessere. Inoltre organizza attività nelle scuole per l’educazione al corretto rapporto con gli animali.

FacebookTwitterGoogle+