17 ottobre 2019Temi: DarVoce approva il percorso di fusione con Parma e Piacenza

Venerdì 11 ottobre l’assemblea dei soci di DarVoce, l’associazione di associazioni che gestisce il centro di servizio per il volontariato della provincia di Reggio Emilia, ha votato a favore della fusione del centro con gli omologhi di Parma e Piacenza, chiamati rispettivamente Forum Solidarietà e Svep.

Una fusione che diventerà effettiva dal 1 gennaio 2020. La nuova realtà unitaria si chiamerà Csv Emilia e fornirà servizi, consulenze e coordinamento progettuale agli enti del terzo settore dei tre territori di competenza.

Si avvicina quindi la conclusione di un cammino partito alcuni anni fa, a seguito del varo della Riforma del Terzo Settore. L’Organismo Nazionale di Controllo dei centri di servizio volontariato ha deciso una riorganizzazione territoriale per tutti i centri attivi in Italia, che da 65 diventeranno 49. Uno dei nuovi criteri imposti dalla legge è che ogni Centro di servizio debba avere un bacino di utenti di almeno un milione di abitanti. Questo ha portato a un riassetto forte in Emilia-Romagna, e il centro di Reggio è stato accorpato a quelli di Parma e Piacenza: insieme, copriranno una popolazione di circa un milione e duecentocinquantamila abitanti, con 133 Comuni ed oltre duemila realtà presenti.

Il nuovo assetto prenderà il nome di CSV Emilia, avrà un’unica ragione ed un’unica sede legale a Parma, anche per questioni geografiche, ma manterrà tre sedi operative nelle tre attuali città di riferimento: i volontari reggiani potranno quindi continuare a rivolgersi all’attuale sede di DarVoce a Reggio Emilia, in viale Trento Trieste 11, alla stazione di Santo Stefano.

Il percorso unitario prevede precisi passi normativi e burocratici. In queste settimane le tre assemblee dei tre centri di servizio stanno votando a maggioranza qualificata il passo necessario per poi procedere alla fusione per incorporazione davanti ad un notaio. A Reggio Emilia, l’assemblea dei soci ha approvato la fusione nella seduta dell’11 ottobre, convocata nella sede della Croce Verde. Il presidente Umberto Bedogni ha ricordato tutti i passaggi fatti sinora e quelli che nelle prossime ore porteranno poi alla nascita di CSV Emilia. Il nuovo soggetto sarà formalmente operativo dal 1 gennaio 2020. L’assemblea di DarVoce ha dato parere positivo alla fusione, così come già fatto da quella di Piacenza. Fra pochi giorni ci sarà infine l’assemblea di Parma. All’assemblea, oltre ai rappresentanti di numerose associazioni reggiane, hanno preso parte le presidenti degli attuali centri di servizio di Parma e Piacenza, Elena Dondi e Laura Bocciarelli.

Nella foto: Laura Bocciarelli, Umberto Bedogni, Elena Dondi

FacebookTwitterGoogle+