22 novembre 2015Temi: , Festa degli alberi, nuove piante per le scuole reggiane

CIMG7236 copiaSi è svolta nei giorni del 19 e 20 novembre la Festa dell’Albero promossa da Legambiente Reggio Emilia. I volontari dell’associazione, le Guardie Ecologiche di Legambiente e i volontari del servizio civile si sono resi disponibili per le scuole della città donando decine di nuovi alberi e arbusti, lavorando gomito a gomito con studenti di diverse età, agendo in modo concreto sui giardini e le aree verdi degli istituti che necessitavano di essere rivalorizzati.

Al nido-scuola “Haiku” dei piccoli rappresentanti delle diverse classi hanno collaborato con i volontari piantumando un frassino nel giardino, quest’albero crescendo darà la possibilità di ombreggiare la zona dell’atelier esterno.
Alla scuola dell’ infanzia “Michelangelo” bambini di tutte le classi hanno avuto la possibilità di sporcarsi le mani per mettere a dimora un giovane esemplare di acero campestre, che prenderà il posto di due piante recentemente abbattute poiché malate. É stata inoltre messo a dimore un esemplare di mora che ricoprirà una parte di rete che non possedeva siepe. Alla scuola dell’ infanzia “Dante Alighieri” e alla scuola primaria omonima l’entusiasmo dei bambini di tutti le sezioni ha permesso la piantumazione di decine di esemplari, tra cui aceri, frassini, melograni, lauri, ibisco, sorbo ed erbe aromatiche, oltre a decine di piante da fiore portate dagli stessi studenti che ora daranno pregio a spazi verdi altrimenti inutilizzati.
Alla scuola primaria “Ada Negri” hanno trovato casa nel giardino della scuola noccioli, aceri e carpini. Questi si aggiungeranno agli alberi da frutto risalenti all’ultima piantumazione effettuata sempre dai volontari di Legambiente ben cinque anni fa. È stato inoltre montata una compostiera che verrà utilizzata per l’orto della scuola.
Alla scuola primaria “G.Carducci” si è intervenuti sulle fioriere con piantine portate dagli studenti, e i nostri volontari hanno donato alla scuola un sorbo e un nocciolo che sono stati messi a dimora grazie all’aiuto dei ragazzi.
Infine alla scuola primaria “4 Novembre” di Gavasseto si è assistito alla piantumazione di un frassino. Da segnalare che i ragazzi e le insegnanti di questa scuola non sono nuovi a collaborazioni che valorizzano l’ambiente: la scuola è infatti dotata di una macchina per il compost ed è stato creato all’interno dell’area cortiliva un piccolo fontanile in cui si cercherà di reintrodurre il gambero d’acqua dolce.
«Siamo molto contenti del risultato ottenuto» spiega il presidente Massimo Becchi «la collaborazione con le scuole è un punto cruciale della nostra azione di sensibilizzazione dei giovani sui temi ambientali. La Festa dell’Albero è un’ottima occasione per promuovere l’importanza che ricopre il verde per l’uomo, senza il quale la nostra esistenza su questo pianeta non sarebbe possibile.»
In tutti questi incontri i volontari e gli insegnanti non hanno mancato di rimarcare l’importanza di questo evento, che ha origini antichissime poiché veniva festeggiato addirittura al tempo degli antichi romani.
Le piantumazioni sono state possibili grazie alle generose donazioni del vivaio Torsiello di Bibbiano e l’Ufficio Verde Pubblico del Comune di Reggio Emilia.

FacebookTwitterGoogle+