22 aprile 2017Temi: “Festa delle Oasi e delle Riserve Lipu” a Celestina

Una giornata dedicata ad ascoltare, osservare, vivere i ritmi lenti della natura attivando i cinque sensi.
È questa la proposta che la Lipu lancia per domenica 23 aprile con l’appuntamento annuale della Festa delle oasi e delle riserve, luoghi di natura protetta, ideali per dimenticare, anche per solo poche ore, lo smog e il cemento delle città.

Il nostro invito – spiega Danilo Selvaggi, direttore generale della Lipu – è quello di partecipare alla giornata “pensando” con i cinque sensi, attivandoli pienamente come purtroppo in città facciamo sempre meno. Capacità di ascolto e osservazione possono permetterci di scoprire piccole meraviglie intorno a noi: nei boschi delle nostre oasi il picchio rosso maggiore, le cince e l’allocco, nella paludi le splendide marzaiole, nelle oasi di campagna il volo delle rondini”.

All’oasi Celestina di Campagnola Emilia l’evento di domenica rappresenterà l’occasione per osservare il popolo migratore in piena fase di migrazione e di nidificazione: uccelli limicoli come combattenti e piro piro boscherecci, pantane e totani mori, sterne, pavoncelle e cavalieri d’Italia. Proprio questi ultimi stanno nidificando sulle isole realizzate nell’inverno scorso in uno dei due laghi grazie al contributo del Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale.

In esclusiva per i partecipanti alla Festa sarà offerta una quota speciale per diventare Soci della Lipu per sei mesi: 20 euro per l’iscrizione della famiglia, 10 per gli adulti, 8 per la categoria “junior” (0-14 anni). In occasione della Festa tutti i nuovi iscritti sotto i 14 anni potranno ritirare un gadget, formato da due magneti che raffigurano animali selvatici (uccelli, farfalle, piccoli mammiferi). Si parte con upupa e scoiattolo, primo passo di una raccolta che il nuovo giovane socio potrà proseguire tramite la rivista Ali junior, il trimestrale cartaceo a loro riservato.

 

Questo il programma della giornata:

ore 9: apertura centro visite e accoglienza visitatori

ore 9.30 – 11.30: visite guidate ai capanni per l’osservazione degli uccelli. Il piatto forte saranno i cavalieri d’Italia, migratori tornati da poche settimane in oasi, che stanno nidificando sulle isole realizzate lo scorso inverno, oltre a varie altre specie di limicoli, aironi e anatre. Proveremo a imparare a riconoscere le varie specie non solo in base ai colori del piumaggio e alla forma del becco, ma anche grazie ai richiami e ai canti.

Ore 15.30 – 18.30: le visite si svilupperanno lungo il sentiero ad anello del lago piccolo per osservare, annusare e toccare le erbe selvatiche e i fiori che adornano in questa stagione gli arbusti e i prati.

Non è necessaria la prenotazione. Per informazioni, contattare il Responsabile Oasi, Luca Bagni: cell 340 6964168, e-mail oasi.celestina@lipu.it.

 

FacebookTwitterGoogle+