26 agosto 2015Temi: , Giochi del Tricolore, mobilitata anche la Protezione civile

Anche la Protezione civile della Provincia di Reggio Emilia è mobilitata per i Giochi internazionali del Tricolore, le “Olimpiadi” giovanili che si sono aperte il 26 agosto con le prime gare e che questa sera vedranno i 3.000 giovani atleti (circa 700 dei quali provenienti da 17 città straniere gemellate) sfilare in centro per la suggestiva cerimonia di apertura.

La direzione generale dell’evento ed il Comitato organizzatore, di cui anche la Provincia di Reggio Emilia fa parte, hanno infatti ritenuto necessario richiedere il supporto del sistema di Protezione civile: su richiesta del presidente della Provincia, Giammaria Manghi, la manifestazione è stata quindi riconosciuta dall’Agenzia regionale di Protezione civile come “evento di rilevante impatto locale”, ai sensi della Direttiva 9 dicembre 2012. “Questa bella manifestazione, seppur circoscritta principalmente al comune capoluogo, credo possa configurarsi senza alcun dubbio come “evento di rilevante impatto locale” in ragione del significativo afflusso di persone, soprattutto minori, che si registrerà per quasi un’intera settimana”, spiega il presidente Manghi “ringraziando, con la struttura di Protezione civile della Provincia, il Coordinamento delle organizzazioni di volontariato e tutti i volontari impegnati per la grande disponibilità dimostrata anche in questa occasione”.

Sono circa un’ottantina i volontari impegnati per garantire 100 turni di sorveglianza 24 ore su 24 in particolare al “villaggio olimpico” allestito al Polo scolastico di via Makallé, messo a disposizione dalla stessa Provincia per garantire vitto, alloggio e assistenza a oltre 800 persone. Il presidio degli accessi al “villaggio olimpico” è stato organizzato sotto la supervisione della Provincia e del Coordinamento provinciale delle organizzazioni di volontariato per la Protezione civile, che nei giorni scorsi ha provveduto a consegnato oltre 200 brandine e torri-faro al Polo scolastico di via Makallè.

Le associazioni di Protezione civile coinvolte – con la supervisione del coordinatore delle emergenze Marcello Margini e dello stesso presidente del Coordinamento provinciale Volmer Bonini – sono l’Associazione nazionale alpini, l’Associazione nazionale Carabinieri – Nucleo San Genesio, le Guardie giurate ecologiche volontarie, i Volontari della Sicurezza (Vos) e il Città del Tricolore. Per tutta la durata dei Giochi del Tricolore, la Provincia di Reggio Emilia manterrà inoltre attivo il Centro unificato di Protezione civile di via della Croce rossa per supportare il comitato organizzatore in caso di ulteriori necessità.

FacebookTwitterGoogle+