24 maggio 2018Temi: , , Giornata con All Inclusive Sport ai Social Cohesion Days

All Inclusive Sport ai Social Cohesion Days. Il progetto promosso da DarVoce dedicato a sport e inclusione sarà al centro di uno degli appuntamenti principali dell’edizione 2018 dei Social Cohesion Days, ormai storica rassegna reggiana in programma quest’anno dal 24 al 26 maggio.

L’appuntamento è dalle 9 di sabato 26 maggio con “Let’s be inclusive! Let’s play Baskin!”, un evento diviso in tre parti, teoriche pratiche.

“Cosa significa inclusione sportiva? L’Articolo 30 della Convenzione dell’ONU sui diritti delle persone con disabilità sancisce il diritto delle persone disabili a prendere parte alla vita culturale e sportiva, e impone l’adozione di misure adeguate a garantirne l’accessibilità”, ricordano i promotori. “Accessibilità non significa però solo eliminazione delle barriere architettoniche, ma anche diffusione di una cultura dell’inclusione: creazione di un ventaglio di offerte sportive che diano a tutti gli atleti, anche ai diversamente abili, la libertà di scegliere. L’evento rappresenta un’occasione per le scuole e i cittadini per riflettere sulle opportunità di inclusione sportiva, attraverso testimonianze ed esperienze dirette”.

Si parte alle 9 con una serie di testimonianze di inclusione sportiva al teatro Cavallerizza in viale Allegri, nel centro di Reggio Emilia.

Interverranno:

  • Tristano Redeghieri – Supertutor del progetto All Inclusive Sport
  • Lorenzo Major – pluri-atleta disabile e Campione del Mondo di Paraclimbing
  • Antonio Bodini – co-inventore del Baskin, fondatore e presidente dell’Associazione Baskin
  • Modera: Stefano Fontanesi – Eden Benessere

Dalle 10 alle 12 ci si trasferirà a poche centinaia di metri di distanza, in un campo da basket all’aperto, per una dimostrazione di Baskin, con torneo fra squadre di Istituti Superiori italiani.

Il Baskin è un’attività sportiva che si ispira al basket ma ha caratteristiche innovative, pensate per permettere a tutti i giovani di giocare nella stessa squadra: maschi e femmine, normodotati e disabili con qualsiasi tipo di disabilità fisica e/o mentale che consenta il tiro in un canestro. A tutti i partecipanti sarà data la possibilità di provare il Baskin con le squadre degli Istituti Superiori italiani presenti.

L’evento è organizzato con DarVoce, Centro di Servizio per il Volontariato di Reggio Emilia, e con i partner del progetto All Inclusive Sport.

La prenotazione è obbligatoria a allinclusivesport@darvoce.org.

Si torna al coperto, nell’aula D2.2 di Palazzo Dossetti, la sede universitaria in viale Allegri, per l’ultima fase, “Dal pensare all’agire”, in programma dalle 11.30 alle 13.30.

Si tratta di un workshop sull’epowerment degli atleti con disabilità. Un laboratorio della durata di due ore, a numero chiuso, condotto dalle docenti della facoltà di Terapia Occupazionale di Reggio Emilia, per i partecipanti del corso per diventare tutor del progetto All Inclusive ed aperto anche alle scuole superiori della città. Anche qui, la prenotazione è obbligatoria scrivendo a allinclusivesport@darvoce.org.

FacebookTwitterGoogle+