24 agosto 2014Temi: , , Una giovane boscaiola al lavoro per diventare volontaria di protezione civile

Valentina Maestrini corso motosega10-05-2014 248Una giovane boscaiola al lavoro per diventare volontaria di protezione civile. Si chiama Valentina Maestrini, e fa parte del gruppo Val d’Enza Radiocomunicazioni, attivo nella zona reggiana al confine con Parma, segnata appunto dal corso del fiume Enza.

per accedere operativamente in Protezione Civile è necessario ottenere i relativi attestati formativi in modo tale che i volontari hanno cognizione di causa nel momento in cui vanno ad operare nello scenario territoriale richiesto. Questi attestati vengono via via predisposti dagli Enti certificatori quali la Provincia, il Comando dei Vigili del Fuoco ed altri e vengono rilasciati dopo aver garantito sia la presenza sia la verifica di quanto è stato appreso nel corso.

Ad esempio recentemente è stato approntato un corso per “carrellista elevatore” con lezioni teoriche/pratiche con tanto di valutazione personale sia in fase teorica che in fase pratica. Ancor più recentemente è stato effettuato a Marola di Carpineti grazie alla collaborazione tra la Provincia di Reggio Emilia, il Coordinamento delle organizzazioni del volontariato per la Protezione Civile e il Gruppo comunale di Carpineti il primo corso per l’uso della motosega a cui hanno anche partecipato alcuni volontari della Protezione Civile “Val d’Enza Radiocomunicazioni”.

Fra loro, anche la giovane volontaria Valentina Maestrini che ben si è destreggiata all’interno dei suoi colleghi maschi. “Ironia a parte, il volontario che non ha effettuato il corso relativo assolutamente non può operare nell’ambito specifico. Quindi, come vedete, nulla è lasciato al caso e ai nostri giovani un invito a partecipare per ottenere non solo l’attestato di merito che potrà essere esibito nel proprio curricula personale, ma anche una vera formazione che dà spessore alla propria personalità”, spiegano da Val d’Enza Radiocomunicazioni.

FacebookTwitterGoogle+