24 gennaio 2019Temi: , Il “King Lear” del Teatro delle Due approda a Reggio Emilia

Il “King Lear” arriva a Reggio. Giovedì 7, venerdì 8 e sabato 9 febbraio il teatro Piccolo Orologio ospiterà lo spettacolo in lingua originale inglese “King Lear”, rivisitazione della celebre opera shakesperiana. 

Con la regia di Adam R. Deremer si esibiranno Leah Alfieri, Valeria Bottazzi, Adam R. Deremer, Sean Hinckle, Austin Larkin, Ollie Rasini e Casey Wortmann. I costumi sono curati da Cristian Levrini, la produzione è del Teatro delle Due.

I biglietti costano 14 euro, 12 euro ridotti. Per informazioni e prenotazioni, scrivere a biglietteria@teatropiccolorologio.com. Oppure telefonare al numero 0522.383178 dal lunedì al venerdì, dalle 9.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 18.30 e nei giorni di spettacolo.


LO SPETTACOLO

Nel 2019, Teatro delle Due affronterà una sfida ambiziosa, la messa in scena di King Lear. Sarà il terzo atto, con Hamlet e Macbeth, di quella che viene comunemente considerata la “trilogia dell’Uomo” Shakesperiana. Questi tre drammi rappresentano l’uomo che cresce, si evolve, e sfiorisce con il passare degli anni. Amleto la giovinezza, ossessionata dall’incertezza, Macbeth la vita adulta, segnata dall’ambizione, e Lear, il disincanto della vecchiaia, che si focalizza su un futuro incerto e incontrollabile.

Nel nostro allestimento, la scena si apre con un gruppo di rivoluzionari provenienti da un ipotetico futuro, in un mondo devastato da disordine e caos. Nella speranza di trovare qualche indizio sulle origini della loro nazione, e sul perché il leggendario Re Lear abbia perso il potere, si trovano in un edificio governativo dilapidato, dimenticato quasi da tutti.
A mano a mano, gli indizi vengono svelati, e come in un puzzle, la verità si ricompone attraverso il racconto dei giovani, rendendoli consapevoli che, come nuova generazione, hanno la responsabilità del futuro della nazione, e devono in qualche modo risolvere gli errori dei loro predecessori per poter andare avanti.

In un momento in cui così tante nazioni nel mondo lottano contro i fantasmi del loro passato storico, e spesso si battono contro leader che vogliono riportare in vita alcuni di questi fantasmi, troviamo che King Lear sia ancora di un’attualità sorprendente. Nella sua complessità, è racconto che parla semplicemente della fine di un regno. E di un futuro che può essere deciso solo dalle generazioni più giovani, responsabili del loro stesso destino.

FacebookTwitterGoogle+