23 maggio 2018Temi: , , Inaugurano gli Orti del Sole di Rubiera

180525_Orti del sole_Attività con le scuole 2Sabato 26 maggio è in programma una festa per inaugurare gli Orti del Sole, gli orti sociali del Comune di Rubiera costruiti all’interno del parco del Sole di via Platone. Sarà un’inaugurazione un po’ sui generis, quella di sabato, dal momento che gli orti sono già utilizzati da qualche tempo, ma che vuole approfittare della stagione giusta per le attività all’aria aperta e per valorizzare i frutti e i colori che gli orti iniziano a regalare.

Gli orti del sole, collocati nei pressi del campo fotovoltaico di via Platone, nella zona dei laghetti di Calvetro, sono stati realizzati tramite appalto pubblico, con un investimento di 85.000 euro da parte del Comune di Rubiera. Si sviluppano lungo 2.000 metri quadrati di superficie attrezzata, studiata in modo da consentirne il frazionamento in 30 stalli orticoli, anche di dimensioni differenti. Sono anche state realizzate due vasche orticole rialzate utilizzabili da persone con disabilità; altre due potranno essere predisposte in caso ve ne fosse la necessità.

L’area è recintata, provvista di illuminazione pubblica, video sorvegliata, dotata di pozzo irriguo, ricovero attrezzi, area ombreggiata con gazebo e tavoli utilizzabili anche con carrozzine per disabili, servizi igienici, panchine, porta bici e area di compostaggio.

Gli orti sono stati tutti assegnati, secondo apposite graduatorie elaborate con bando pubblico, in parte a privati ed in parte ad associazioni di volontariato. Ad esempio, uno degli orti è affidato all’associazione di volontariato e promozione sociale “Auser” di Rubiera, mentre due vasche orticole rialzate vengono utilizzate dall’associazione Onlus “Dindown” e dalla cooperativa sociale “L’Ovile”.

180525_Orti del sole_Attività con le scuoleIn particolare, l’associazione AUSER, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo di Rubiera, ha sviluppato un progetto per la realizzazione di orti didattici sia in loco sia presso gli istituti del territorio. Coltivare l’orto, piantare i semi, innaffiare le piante e vivere la gioia del raccolto aiuta i bambini a ritrovare un contatto con la natura che purtroppo rischia sempre più di andare perduto. Il progetto ha quindi permesso di trasmettere, tra generazioni diverse, un modo differente di apprendere che richiama gli insegnamenti che solo la natura può dare: piantare un seme, veder crescere i primi germogli e le piantine e scoprire da dove proviene il cibo che portiamo in tavola.

La festa di sabato 26 maggio prevede il saluto del sindaco di Rubiera Emanuele Cavallaro e gli interventi di Emanuele Mussini, coordinatore del centro socio occupazionale “L’Eco Creativo” della Coop L’Ovile; Vincenzo Siennica, presidente della Onlus DinDown; Domenica Brevini, presidente di Auser Rubiera, accompagnata dagli studenti della scuola “Marco Polo”, che hanno partecipato con l’associazione al progetto di orticoltura. Alla festa, aperta a tutta la cittadinanza ed allietata dal Complesso Filarmonico Herberia, saranno presenti anche i concessionari degli orti con le loro famiglie. Al tradizionale taglio del nastro, seguirà una merenda per grandi e piccini.

FacebookTwitterGoogle+