13 luglio 2019Temi: , Nuova moderna attrezzatura per la Croce Verde di Castelnovo Monti e Vetto

estricatoreNei giorni scorsi la Croce Verde di Castelnovo Monti e Vetto ha ricevuto un’importante donazione, che porta in dotazione alla Pubblica Assistenza appenninica un nuovo strumento di grande utilità per gli interventi in situazione di emergenza. Si tratta infatti di un innovativo presidio di estricazione della ditta Northwall, che è stato donato dagli abitanti della località Roncadelli, vicina a Monchio di Felina, in memoria di Giuseppina Renata Beretti.

Il Northwall Enanced eXTricator (NEXT) è un dispositivo d’immobilizzazione d’emergenza per la colonna vertebrale che consente manovre di estrazione di persone infortunate che per natura dell’incidente si trovino spazi confinati e ristretti. Assicura una rapida immobilizzazione in allineamento neutro del rachide del paziente preservando la spina dorsale nelle fasi di recupero e stabilizzazione.

Afferma il presidente della Croce Verde di Castelnovo Monti e Vetto, Iacopo Fiorentini: “Le ridotte dimensioni di questo nuovo strumento, le caratteristiche di peso e la capacità di immobilizzare in ogni ambiente e situazione rendono l’eXTricator un ausilio davvero unico e per noi di grandissima importanza. È prodotto dalla ditta Northwall, di cui è vicepresidente un nostro compaesano, di Felina. Ringraziamo di cuore la piccola comunità di Roncadelli per questo dono estremamente utile, e per la sensibilità e vicinanza che dimostrano verso la nostra associazione.

È per noi un momento storico davvero fondamentale: nei giorni scorsi abbiamo effettuato il trasloco e liberato gli spazi delle sale dedicate alla formazione in Palazzo Ducale, e vediamo con grandissimo piacere i progressi della nuova sede in via dei Partigiani, che ha già la copertura e si stanno realizzando le pareti.

Il cantiere sta perfettamente rispettando la tempistica prevista e possiamo davvero sperare di entrare nella nuova struttura entro la fine dell’anno, struttura che ospiterà la Croce Verde e le altre associazioni attive negli ambiti di Protezione civile.

Poter contare sul sostegno della popolazione in questo momento, e vedere come esso sia forte come è avvenuto con questa donazione, ci dà grandissimo entusiasmo e voglia di impegnarci ancora di più nel nostro lavoro quotidiano per garantire sicurezza e aiuto al territorio appenninico”.

FacebookTwitterGoogle+