18 settembre 2019Temi: , , Presentazione del libro “Una vita in salita – Percorso di vita di un disabile”

Mercoledì 25 settembre, al centro sociale Il Carrozzone in via Gallinari 1 a Reggio Emilia, è in programma la presentazione del libro “Una vita in salita – Percorso di vita di un disabile” di Fazio Ferrari. L’iniziativa fa parte del cartellone della 16esima Settimana della salute mentale.

Dalle 18 parleranno del volume assieme all’autore i relatori

  • Piero Benassi (Direttore storico San Lazzero)
  • Lucio Pederzoli, Psichiatra (Servizio Handicap adulti di Reggio Emilia)
  • essa Carla Bazzani (Esperta dell’Integrazione Scolastica)
  • Direttore Gabriele Mariani (Coop. Sociale L’Ovile)

Per meglio presentarne i contenuti il maestro Marco Tamagnini, che ha passato, se non tutta la sua vita, quasi, a promuovere e organizzare il settore, ha voluto dedicare alcune righe all’amico Fazio e a tutte quelle famiglie che si stanno trovando a percorrere quei cicli di crescita personali così impegnativi, sperando che l’opuscolo possa divenire un “breviario” di aiuto per seguire le varie tappe della vita con maggior serenità.

Percorso Vita – Disabilità: Presentare questo volume non è semplice, in quanto siamo davanti a un genitore che nel momento della nascita di un figlio, in questo caso una figlia, afferma che ha subito un trauma inimmaginabile e difficile da raccontare. A distanza di anni decide, però, di parlare per tutte quelle persone che con i loro figli dovranno compiere un cammino molto più in salita di altri.

Conoscendo Fazio Ferrari da parecchio tempo e la sua determinazione non avevo dubbi che prima o poi, a motivo del suo costane impegno a favore della disabilità psicofisica, avrebbe prodotto il suo effetto.

Questo “Percorso Vita,” così titola il suo opuscolo, dimostra una spiccata analisi della situazione familiare e parimenti dei Servi Sociali, quali primi soggetti che si debbono attivare, per il benessere del disabile. Ogni fase, dalla nascita alla maggiore età, viene descritta con meticolosità e professionalità senza tralasciare nulla rispetto alla cultura del momento che riguarda l’handicap.

Fazio Ferrari insiste sul fatto che la persona con handicap è un fatto, di fronte a cui bisogna prendere posizione. L’opuscolo richiama anche le leggi per dimostrare che la disabilità ha una sua connotazione sociale e pertanto non disgiunta da un contesto reale di integrazione. Pertanto ritengo che lo si possa definire anche una Guida ricca di contenuti che possono interagire con il processo globale di integrazione del disabile.

Non mancano interrogativi quali: ruoli delle Istituzioni, Servizio sanitario e Sociale, Associazioni. La fase finale che affronta il “LAVORO” merita una attenta riflessione perché dall’analisi che Fazio fa emerge quanto sia indispensabile il diritto al lavoro, ma retribuito. È un messaggio di un Genitore che ha vissuto, in prima persona, anche questa fase. Abbattere le barriere ma tutte.

FacebookTwitterGoogle+