27 aprile 2015Temi: Protezione civile, 70 volontari in azione nei boschi di Casina

Oltre 70 volontari di Protezione civile si sono dati appuntamento lo scorso fine settimana nei fitti boschi di Casina per simulare la ricerca di persone disperse, cani delle Unità cinofile da ricerca in superficie (Ucs) e squadre d’appoggio per la logistica. Nel corso dell’esercitazione – organizzata e coordinata dal referente del Gruppo ricerca persone – Ucs Corrado Bernardi  con la supervisione del Coordinamento provinciale del Volontariato e della Provincia di Reggio Emilia – sono stati  appositamente elaborati scenari d’intervento in modo che le unità cinofile e le squadre d’appoggio, in fase di debriefing, potessero valutare ed analizzare i percorsi fatti, le tempistiche, la velocità, i dislivelli e la distanza coperta, sia dalla persona dispersa sia dalle Unità cinofile e dal gruppo appiedato di supporto.

Con il nuovo sistema cartografico 3D RTE messo a disposizione dall’Agenzia di Protezione civile della Regione Emilia-Romagna gli operatori impegnati sul campo base, hanno elaborato e prodotto la cartografia sia in digitale sia cartacea, nonché le strategie per affrontare le zone di ricerca che via via venivano assegnate. Le componenti che hanno partecipato a questo importante momento di esercitazione sono state supportate sia dal Coordinamento, che ha messo a disposizione mezzi, materiale e personale, sia dalla Provincia: hanno lavorato per l’intera giornata 12 unità cinofile e 70 volontari, che hanno effettuato ben 14 ricerche effettuate, utilizzando queste nuove tecnologie, sempre più necessarie e utili, a supporto dell’operato dei singoli gruppi, ma anche al fine migliorare il lavoro fatto sul campo.

Nell’esercitazioni sono stati coinvolti Associazione nazionale Alpini, il Gruppo cinofilo i Lupi dell’Appennino Reggiano (che si sta formando per entrare nel sistema di Protezione civile), il Gruppo cinofilo di Albinea, le associazioni Città del Tricolore, Icaro e  Val d’Enza, supportati anche dal gruppo Veterinario dell’Ana diretto dal dottor Sergio Bergomi e la Croce rossa di Casina.  Presenti anche degli amici esperti del Gruppo cinofili volontari “i Lupi di Albisola” di Savona.

I saluti dell’Amministrazione comunale di Casina sono stati portati dall’assessore Albert Ferrari, che si è compiaciuto per l’impegno, la competenza e la professionalità messi in campo, evidenziando come sempre più il volontariato “sia una risorsa che cresce, che si specializza, che interagisce con il paese, con le sue esigenze e dinamiche, mettendosi sempre in campo per dare un aiuto ed un contributo preziosi nei più disparati scenari in cui è chiamata a concorrere”.

FacebookTwitterGoogle+