11 luglio 2015Temi: , , Protezione civile, è il reggiano Bonini il presidente del coordinamento regionale

Il volontariato della Protezione civile dell’Emilia-Romagna ha un nuovo comitato regionale di coordinamento: le elezioni, che si sono svolte a Bologna, hanno designato come presidente il reggiano Volmer Bonini, presidente del coordinamento provinciale del volontariato di Reggio, e come vicepresidente Andrea Giovannoni della Croce Rossa Italiana; sono stati inoltre eletti i cinque componenti della giunta esecutiva.

I componenti del comitato sono stati eletti, a larga maggioranza, dall’assemblea regionale, composta tra gli altri dal direttore e da un funzionario dell’agenzia regionale di Protezione civile, dalla responsabile del servizio volontariato, dai presidenti dei coordinamenti provinciali del volontariato di Protezione civile, dai rappresentanti delle Unioni delle Province, dei Comuni e delle Comunità montane (rispettivamente Upi, Anci e Uncem) e dalle associazioni regionali e nazionali di volontariato Ana (Associazione nazionale alpini), Anpas (Associazione nazionale pubbliche assistenze), Federgev (Federazione regionale guardie ecologiche volontarie), Cri (Croce Rossa italiana) e Anc (Associazione nazionale carabinieri).

Della giunta esecutiva del comitato, ed è la prima volta che avviene, è entrata a far parte anche una rappresentante degli enti locali: si tratta di Federica Manenti, responsabile della Protezione civile della Provincia di Reggio, designata dall’Unione delle Province italiane.

Oltre alla Manenti, della giunta fanno parte anche Mauro Azzi (presidente dell’associazione nazionale Alpini di Protezione civile dell’Emilia-Romagna), Stefano Camin (presidente del comitato provinciale di Parma delle associazioni di volontariato per la Protezione civile), Matteo Castelli (presidente della consulta provinciale delle associazioni del volontariato per la Protezione civile di Bologna), Federica Manenti (rappresentante dell’Unione delle Province italiane) e Lorenzo Mirelli (presidente del coordinamento provinciale del volontariato di Protezione civile di Forlì-Cesena).

“Il mio mandato – ha spiegato il neo-presidente Bonini – sarà all’insegna della più stretta collaborazione tra i componenti del comitato. Le cose da fare sono tante e c’è bisogno dell’apporto di tutti. Lavoreremo in collaborazione con la Regione e con le altre componenti istituzionali del sistema di Protezione civile, nel rispetto dei ruoli e delle competenze, per rafforzare ulteriormente il ruolo del volontariato”.

“È un giorno importante per i nostri oltre 11mila volontari, che costituiscono una risorsa preziosissima per la comunità emiliano-romagnola”, ha aggiunto l’assessore regionale alla Protezione civile Paola Gazzolo: “Sono certa che il presidente Bonini e la sua squadra sapranno portare avanti con impegno e passione la missione e i valori del volontariato, l’orgoglio del nostro sistema regionale di Protezione civile. Ringrazio chi ha fatto parte del precedente comitato, presieduto da Marcello Gumina, per l’importante attività svolta in questi anni e auguro buon lavoro a tutti i nuovi eletti”.


L’Emilia Romagna può contare attualmente su 11.500 volontari di Protezione civile, riuniti in 298 associazioni iscritte in un apposito elenco regionale. Hanno funzioni operative e di supporto, sono formati e specializzati e intervengono a fianco di vigili del fuoco, corpo forestale dello Stato, capitanerie di porto, sanità e altri operatori del sistema di Protezione civile per offrire assistenza alla popolazione e mettere in sicurezza i territori colpiti dalle emergenze.

Il comitato regionale, previsto dalla legge regionale di Protezione civile n. 1/2005, ha funzioni consultive e propositive. Elabora proposte e pareri in materia di promozione e sviluppo del volontariato, formazione e addestramento, procedure di attivazione e di intervento

FacebookTwitterGoogle+