14 marzo 2019Temi: , Raccolta adesioni per diventare sedi di progetto per il servizio civile

Le associazioni reggiane interessate possono presentare la propria domanda per diventare sedi di progetto per il servizio civile.

Cosa significa? Diventare sede del progetto significa che dalla fine del 2020 l’organizzazione potrà decidere se partecipare con una progettazione propria ai bandi per avere un ragazzo in servizio civile.

Le associazioni reggiane possono rivolgersi a DarVoce, che potrà appoggiare le proprie domande al Centro di servizio per il volontariato di Parma, con cui si sta avviando un processo di fusione.


Cosa vuol dire accogliere un ragazzo in servizio civile a seguito dell’accreditamento della sede di progetto?

A seguito dell’accreditamento della sede l’associazione dovrà partecipare ai bandi adempiendo alle seguenti fasi:

  • Partecipare al bando per i progetti presentando il progetto
  • A seguito della presentazione avverrà la sua valutazione e verrà stilata una graduatoria
  • Grazie alla graduatoria si procederà all’approvazione dei progetti finanziabili. Essi saranno resi pubblici in modo che i ragazzi che vogliono fare questa esperienza possano candidarsi.
  • A raccolta delle candidature avverrà la selezione dei volontari.

Il progetto (eventualmente in partenariato con un’altra associazione) deve:

  • avere una sede di svolgimento
  • prevedere un attività che impegni 20 ore settimanali per circa per un anno
  • una parte formativa da suddividere in un pacchetto iniziale e in appuntamenti periodici per tutto il tempo di svolgimento del periodo di permanenza del ragazzo in servizio civile dell’ammontare di circa 70 ore.

Il ragazzo accolto riceverà un rimborso spese mensile per l’attività svolta in associazione di circa 400 euro (non a carico dell’associazione).

Il costo di supporto alla progettazione, gestione dei rapporti con il Ministero e monitoraggio del progetto, che si sviluppo in un arco temporale di 18 mesi, è stato per il 2018 di circa 450 euro: per il 2020 non è ancora stabilito il contributo.


La procedura di accreditamento scade il 4 maggio 2019: le associazioni interessate devono comunicarlo a DarVoce entro il 29 marzo scrivendo a claudia.favara@darvoce.org.

FacebookTwitterGoogle+