18 maggio 2017Temi: , “The Good Food. Reggio Emilia for Norcia” il 28 maggio

A 5 anni dalla seconda scossa del terremoto dell’Emilia, che colpì i nostri territori il 29 maggio del 2012, Reggio Emilia si mobiliterá per portare aiuto a Norcia, la bellissima cittadina dell’Umbria devastata dalle scosse sismiche dello scorso anno. “The Good Food. Reggio Emilia for Norcia” si terrá domenica 28 maggio e avrà come sede principale Piazza Martiri del 7 luglio, con un’anteprima sabato pomeriggio 27 maggio.

L’evento, che mette insieme cultura e gastronomia, è finalizzato a raccogliere fondi per Norcia, ed è ideato e organizzato da Boorea, Arci Reggio Emilia, Caffè Arti&Mestieri, Piccola Piedigrotta e Food Innovation Program in collaborazione col Comune di Reggio Emilia. I fondi raccolti saranno destinati al progetto “Arca” della Associazione “I love Norcia”. Molti I patrocinii e le adesioni sopraggiunte: Provincia di Reggio Emilia, FAI, Diocesi di Reggio Emilia, CGIL, CISL, Industriali di Reggio Emilia, Confcommercio, Associazione Butta La Pasta.

In una serie di stand che saranno allestiti dalle 11 del mattino alle 11 di sera sulla centralissima piazza di Reggio Emilia, oltre 25 ristoratori, pizzaioli, cantine vinicole, fooders ecc. cucineranno e venderanno i loro prodotti per raccogliere fondi a favore di Norcia. Non sarà una semplice kermesse di street-food: il mangiare e il bere, come detto, saranno all’insegna della qualitá. Tra i pizzaioli, ci sarà innanzi tutto “Pizzaiuolo on the Road” Giovanni Mandara, miglior pizzeria dell’Emilia-Romagna 2017 per la Guida Gambero Rosso. Assieme a lui ci saranno altri pizzaioli, reggiani di adozione ma provenienti dal paesino campano di Tramonti, in rappresentanza de “Il Fortino di don Peppe”, della “Piedigrotta2″ e di “Grotta Smeralda”. Altre pizzerie presenti saranno “Il Buontempone” di Reggio (che porterà focaccia e mortadella), “Da Nasti” di Bergamo e “Bella Napoli” di Vigevano. Le loro pizze, fatte con le farine del Molino Davolio Marani, saranno accompagnate dalla mozzarella del caseificio Mortaretta di Reggiolo e dal pomodoro di Conserve Mutti.

Poi ci sará, da Carpi, Loanna Giroldi di “Toma&Tomi”, che per l’occasione porterà selezioni pregiate di formaggi umbri. La birra sarà servita dal circolo “Tunnel”. Il lambrusco, l’Ottocento Nero e l’Ottocento Rosa, lo porterá “Cantine Riunite&Civ”. La ” Spumanteria all’Opera” della sommelier Laura Zini servirá i migliori vini dell’Umbria. I cocktail saranno preparati da “Jigger”, il noto locale di via San Carlo. L’erbazzone  lo farà “Pause di Reggio Children”. Il gnocco fritto sarà offerto da “Gnok & Roll” di Modena, che verrà a Reggio accompagnato dal Balsamico Tradizionale dell’Acetaia Malagoli. Attese anche le rezdore del circolo “Arci Gardenia”, con torte a altre leccornìe. Anche il Balsamico Tradizionale reggiano sarà rappresentato al massimo livello, grazie a Andrea Bezzecchi dell’Acetaia San Giacomo di Novellara. La carne sarà grigliata dalla Macelleria Ferretti. La lista prosegue con lo stand della Marmellata della prugna zucchella, quello dell’hamburgeria WellDone, e altre prelibatezze, come i gelati della gelateria Capolinea, le birre “Nursia” del Monastero Benedettino e i cappelletti della “Bottega del Tortello”. Presenti anche il Parmigiano-Reggiano e il burro e del caseificio di Roncadella. Saranno presenti anche i produttori dell’Umbria, come Gradassi con il suo celebre olio, e Il Casale li Tappi con il prosciutto di Norcia e i suoi apprezzati salumi. Ci sarà anche l’acqua d’orcio di Antonella Bondi, e si potranno acquistare libri di cultura enogastronomica grazie alla Libreria del Teatro.

Ci sarà tanto spazio anche per la cultura. Sabato 27 maggio nel giardino di Palazzo Sacrati ci sarà un incontro pubblico alle 16, moderato dal direttore di Telereggio Mattia Mariani, con la partecipazione di Frate Agostino e Padre Basilio, Padri Benedettini del Monastero di Norcia. Domenica 28 maggio, alle ore 11, un convegno ospitato dai Musei Civici di Reggio parlerà della cultura e delle tradizioni artistiche, enogastronomiche e religiose di Norcia e dei Benedettini con la partecipazione, tra gli altri, di Vincenzo Bianconi di “I love Norcia”, lo storico dell’alimentazione Mario Zannoni, l’architetto Franca Manenti Valli, Ivanna Rossi, già assessore ai Porci Comodi, e Stefano Scansani, direttore della Gazzetta di Reggio, coordinerà Massimiliano Panarari, che da qualche mese è consigliere di amministrazione di Boorea. Al convegno interverranno anche le istituzioni di Reggio Emilia e di Norcia. Ci sarà inoltre una mostra fotografica sui ristoranti danneggiati dal terremoto in Emilia e Lombardia e nel territorio umbro. Nel pomeriggio in Piazza ci saranno musica e performance con i dJ di Eleva e con FoodDJ Nick Difino.

La sera di domenica 28 la manifestazione si chiuderà con una cena di raccolta fondi organizzata al Caffè Arti&Mestieri.

Il programma completo è sul sito www.thegoodfood.it curato da Canali&Co che si occupa della comunicazione dell’evento.

FacebookTwitterGoogle+