24 settembre 2014Temi: , , Torna “Puliamo il mondo” con Legambiente

Bellezza e partecipazione sono il binomio vincente di Puliamo il mondo, la più grande iniziativa di volontariato ambientale organizzata in Italia da Legambiente. Da una parte la bellezza dell’Italia, un dei Paesi più amati e visitati al mondo spesso sfregiato dall’incuria e dai rifiuti; dall’altra l’impegno attivo di tanti cittadini che vogliono rendere più belle e vivibili le città della Penisola. Quest’anno l’appuntamento con Puliamo il mondo sarà per il 26, 27 e 28 settembre: tre giorni duranti i quali anche nella nostra provincia, molti volontari, tra cittadini, scuole e amministrazioni, saranno impegnati nel ripulire le aree degradate del nostro territorio e fare un gesto concreto a favore dell’ambiente.

“L’attenzione all’ambiente, in tutti i suoi aspetti, è parte essenziale della nostra identità e della competitività della nostra economia ed ha come fondamento il senso civico dei cittadini e delle comunità – dichiara Massimo Becchi presidente di Legambiente Reggio Emilia – come hanno dimostrato i comuni reggiani che hanno saputo introdurre sistemi spinti di raccolta differenziata. Ora è necessario anche far cessare l’abbandono incontrollato di rifiuti sul territorio, che costa alle amministrazione pubbliche cifre sempre più ingenti, e denunciare che attua questi comportamenti. Solo le nostre Guardie Ecologiche Volontarie hanno segnalato da inizio anno oltre 100 abbandoni, fra cui molti di materiali pericolosi”.

L’azione dei volontari sarà condivisa in tutto il mondo dato che Puliamo il mondo è la versione italiana di Clean Up the World, la più importante campagna internazionale di volontariato ambientale nata a Sidney, in Australia, nel 1989 e portata poi in Italia nel 1993 da Legambiente. Da allora l’iniziativa si è diffusa su tutto il territorio nazionale grazie all’instancabile lavoro dei volontari del Cigno Verde e al prezioso aiuto della Rai, che dal 1995 collabora alla promozione dell’evento con trasmissioni, dirette e uno spot di sensibilizzazione.

Tra gli altri eventi in programma questo weekend in provincia – aperti a tutti i cittadini – abbiamo:

Comune di Albinea: il ritrovo è per sabato 27 alle ore 14,30 presso il CEA di Borzano in via Chierici n. 2. Ci si dividerà in gruppi per al pulizia di questa parte del territorio. Il ritorno è per le ore 17 con una merenda presso il CEA.

Comune di Baiso: consultare il sito internet del Comune per le iniziative

Comune di Cadelbosco di Sopra: domenica 28 al mattino il ritrovo dell’iniziativa è in piazza e nelle frazioni, da dove partiranno i vari gruppi di volontari. Maggiori informazioni si possono avere contattando il Comune.

Comune di Fabbrico: iniziativa con i ragazzi delle scuole elementari e media che il giorno sabato 27 puliranno aree verdi del paese.

Comune di Poviglio: domenica 28 alle ore 8,30 il ritrovo è davanti al Centro Culturale, da cui si partirà per la pulizia.

Comune di Reggio Emilia: l’evento si svolge in collaborazione con il Comune di Reggio all’nternod el progetto I Reggiani per Esempio. Il ritrovo domenica 29 alle ore 9 al Parco delle caprette in via Monte Cisa a Reggio per la pulizia di un tratto del T. Crostolo, per la rimozione dei numerosi rifiuti trascinati a valle dalle piane di quest’anno. Alla fine della mattinata sarà offerto un rinfresco a tutti i partecipanti. Venerdì 26 la scuola primaria di Roncocesi effettuerà, con tutte le classi, la pulizia delle vie intorno all’edificio scolastico.

Comune di Rubiera: si procederà alla pulizia di un’area industriale domenica mattina. Maggiori informazioni sul sito del Comune.

Comune di Vezzano sul Crostolo: ci si ritrova alle 8,15 di sabato 27 davanti al Comune per organizzarsi in squadre che puliranno diverse zone del territorio comunale.

Comune di Viano. venerdì 26 che vedrà la partecipazione delle Classi III della Scuola Secondaria di primo grado di Viano e I e III di Regnano con pulizia sul tratto di strada Via Roma, via Bescaccia.

“Resta per noi fondamentale – conclude Massimo Becchi – che Puliamo il Mondo sia un’occasione non solo per ripulire una parte del nostro territorio, ma anche per promuovere una politica più attenta nella gestione dei rifiuti praticare una seria politica di prevenzione sulla produzione degli stessi, perché sono ancora troppi i problemi irrisolti sul fronte della riduzione e rottamare lo smaltimento in discarica. Per incentivare i cittadini è inoltre necessario premiare chi produce meno rifiuti agendo sulla nuova tassazione a carico delle famiglie e delle aziende che deve essere equa e premiare i comportamenti virtuosi.

FacebookTwitterGoogle+