23 maggio 2018Temi: , Turismo sostenibile, sei tappe in Emilia-Romagna per il festival IT.A.CÀ

Comincia da Bologna, dal 25 maggio al 4 giugno, la prima delle undici tappe (sei delle quali in Emilia-Romagna) di IT.A.CÀ Migranti e Viaggiatori, il primo e unico festival in Italia sul turismo responsabile, che invita a scoprire luoghi e culture attraverso itinerari a piedi e a pedali, workshop, seminari, laboratori, mostre, concerti, documentari, libri e degustazioni per lanciare un’idea di turismo più etico e rispettoso dell’ambiente e di chi ci vive, coniugando la sostenibilità del turismo con il benessere dei cittadini.

Il viaggio responsabile parte da casa e arriva a casa: Itaca non solo come l’approdo di Ulisse, ma anche un gioco di parole che riproduce il bolognese it.a.cà = sei a casa?

Ricchissimo il programma degli eventi e degli itinerari in giro per la città e sull’Appennino. Tra gli altri: il 25 maggio “Migrantour”, passeggiata interculturale negli spazi urbani della Bolognina e del centro storico per valorizzare il contributo che generazioni di migranti hanno dato alla storia di Bologna; il 26 maggio “Un’impresa possibile. Storie e riflessioni su migranti e imprenditoria”; sempre il 26 un workshop tenuto da formatori disabili che insegneranno agli host bolognesi come approcciarsi quando hanno ospite nelle loro case un viaggiatore con disabilità motoria, sordo, cieco o ipovedente; l’anteprima dello spettacolo di Insieme Danzando che coniuga un corso di danza africana ad un progetto di integrazione per donne migranti vittime di violenza; il 29 “Viaggi linguistici, letterari e interculturali a Bologna, la dotta e poliglotta”, una riflessione sul tema del plurilinguismo attuale di Bologna come forma di inclusione e risorsa collettiva; il 31 la giornata di studi “Oltre l’integrazione. Pratiche innovative di ospitalità e welfare interculturale”.

All’interno della Rete di IT.A.CÀ è nato il blog IT.A.CÀccessibile: associazioni che da anni lavorano nel territorio della Città metropolitana di Bologna cercando di organizzare e proporre opportunità turistiche anche a chi ha delle disabilità, una rete che offre eventi di richiamo turistico e partecipativo. Appuntamenti che sottolineano la particolare apertura della città emiliana verso una sensibilità attenta alla sostenibilità del turismo, alla possibilità del viaggio e alla scoperta da parte del viaggiatore di spazi di inclusione. Una nuova rivelazione per viaggiare con i sensi, con il corpo, con gli odori, con lo sguardo e con il tatto.

Le altre tappe del festival IT.A.CÀ in Emilia-Romagna saranno:

  • Ravenna – 30 giugno – 1 luglio
  •  Rimini – 20-30 settembre
  • Reggio Emilia – 28 – 30 settembre
  •  Parma – 4-7 ottobre
  •  Ferrara – 24-30 ottobre
FacebookTwitterGoogle+