11 gennaio 2015Temi: , Volontari e amministratori in azione per pitturare la scuola di Vezzano

Un inizio d’anno all’insegna del volontariato a Vezzano. Il 2 e 3 gennaio genitori, nonni, volontari delle Associazioni, Sindaco, Assessori e Consiglieri, alcuni con doppio o triplo ruolo, hanno lavorato insieme per pitturare le aule e gli spazi comuni della Scuola elementari di Vezzano.

“Si è lavorato fianco a fianco anche divertendosi e, al suono della campanella, si è fatta regolare ricreazione dolce e salata con brindisi e caffè – ha dichiarato Sandra Leoni, Assessore al Territorio e all’Ambiente. – Questi eventi, che ricordiamo debbono avere il carattere dell’eccezionalità, portano persone che si conoscono poco a lavorare insieme per uno scopo comune. Ecco allora che accade una cosa straordinaria: le difficoltà si superano più facilmente, tutti pensano avanti per ottimizzare il lavoro che pian piano si trasforma spontaneamente in un procedere a catena”.

L’iniziativa è stata realizzata grazie alla sinergia tra Amministratori e Volontari. Su proposta degli Assessori, le Associazioni vezzanesi hanno destinato parte del ricavato dell’area ristoro della Fiera di San Martino all’acquisto della vernice colorata necessaria alla tinteggiatura della Scuola elementare di Vezzano. Infatti da alcuni anni la Fiera è diventata anche occasione per fare solidarietà grazie alla scelta delle Associazioni, che collaborano con il Comune di Vezzano nell’organizzazione della manifestazione, di destinare parte del ricavato all’acquisto di beni per la comunità.

“Quella di questi giorni è la sensazione che si prova quando si fa una buona azione, quando si fa la cosa giusta – prosegue Sandra Leoni. – Il ridipingere le aule delle elementari non solo è stato bello, ma ci ha immersi di nuovo nel vero spirito del Natale, cioè quello di uscire da noi stessi per riconoscere l’accadere un evento importante”.

“Ha funzionato tutto talmente bene – riprende Sandra Leoni – che l’iniziativa, programmata su tre giorni di lavoro, è stata portata a termine in soli due giorni. Per questo ringraziamo uno ad uno i partecipanti che hanno contribuito all’attuazione del progetto in svariati modi: Ana Mercedes Mihaloschi, Barbara Camorani, Barbara Franceschi, Carlo Rocchi, Claudio Cao, Claudio Fontanelli, Daniela Barbieri, Davide Ferrari, Elisa Valcavi, Franco Barani, Franco Giuriola, Franco Stazzoni, Gaetano Capperi, Gherardo Campioli, Giorgio Ilari, Ilenia Rocchi, Lorenzo Campani, Luca Spadacini, Mario Franceschi, Massimo Domenichini, Mauro Bassi, Mauro Bigi, Paola Caprari, Pierpaolo Spadoni, Roberto Ciccone, Sebastiano Vinci, Stefania Castagnoli, Stefania Colli, Stefano Castagnetti, William Francia”.

Un bel regalo ed una bella testimonianza di cosa significhi essere comunità per le giovani generazioni che nelle aule ritinteggiate hanno ripreso le loro lezioni.

FacebookTwitterGoogle+